Parlano di noi

La Repubblica Firenze, il 30 Novembre 2017 ha pubblicato un articolo su Hospital Consulting. Ecco il testo dell’articolo.

“Eticità, trasparenza e onestà costituiscono da sempre l’identità di Hospital Consulting (HC), l’azienda fondata 37 anni fa nella fiorentina Bagno a Ripoli e diventata in poco tempo leader nei servizi ingegneristici per le aziende sanitarie e ambientali su tutto il territorio italiano.

Hospital Consulting nasce dalla visione innovativa e dalla passione per il miglioramento del sistema sanitario nazionale del professore Silvano Dubini. Il ‘Prof’, come viene ancora chiamato con affetto dai dipendenti dell’azienda, e stato pioniere nell’ambito dei servizi di ingegneria clinica: fu tra i primi a sostenere con determinazione la necessita di unire il valore aggiunto della consulenza e gestione delle apparecchiature biomedicali con il knowhow tecnico approfondito.

Una visione di sistema integrato anche nel vasto e complesso mondo della sanità che ha trasmesso a tutti coloro con i quali, negli anni, è entrato in contatto: dai suoi studenti dell’Università di Firenze ai clienti, dalle aziende ai suoi affezionati dipendenti che, prendendo il suo testimone nel 2005 sotto la presidenza di Marisa Giampaoli, la moglie, ogni giorno dimostrano con impegno e con i fatti quanta corretta sia stata l’idea originale del professore.

Nei primi anni Ottanta, i lavori iniziali riguardavano principalmente servizi su misura per i clienti, dalla gestione della sicurezza delle tecnologie, alla redazione di piani sanitari regionali, alla valutazione della consistenza del parco tecnologico presente negli ospedali fino alla consulenza sugli acquisti da effettuare in base alla pianificazione funzionale delle attività.

Queste attività hanno consentito a Hospital Consulting di maturare, acquisire esperienza, analizzare i bisogni in continua evoluzione dei diversi potenziali clienti e allargare il portafoglio dei servizi e delle consulenze offerte. Una espansione di competenze che dal 2001 abbraccia anche il settore ambientale, portando HC a diventare un riferimento nel panorama nazionale per enti e strutture sanitarie e ambientali, pubbliche e private.

Grazie alla propria organizzazione ed all’esperienza dei suoi collaboratori, Hospital Consulting è in grado di spaziare nei molti ambiti dell’universo sanitario, dal management integrato della sicurezza alla consulenza per gli uffici tecnici, dalla gestione del rischio alla comunicazione e formazione, dalla progettazione alla gestione dei servizi di manutenzione delle apparecchiature elettromedicali.

Hospital Consulting, vanta il più ampio ventaglio di competenze specifiche presente sul mercato, grazie al quale punta offrire servizi e consulenze personalizzati per ogni committente fornendo prodotti singoli e soluzioni integrate per rispondere al meglio alle continue sfide del settore.

La crescita negli anni ha portato oggi la società ad essere composta da 330 dipendenti e ad avere un fatturato annuo di circa 50 milioni di euro; ha garantito, inoltre, la formazione di professionisti e di vedere riconosciuta in tutta Italia una competenza multidisciplinare a 360 gradi nella consulenza, nella gestione e nella manutenzione di apparecchiature elettromedicali e di laboratorio.

La società è risultata attrattiva per il gruppo VAMED, leader mondiale nel mercato sanitario internazionale, tanto che nel 2012, attraverso la sua controllante HERMED, ha acquistato la maggioranza delle azioni di Hospital Consulting – che diventa l’unica società italiana nel settore sanitario a far parte di un gruppo interazionale – mantenendo stabile la squadra vincente manageriale italiana.

“HERMED fomisce servizi simili a quelli di HC suI mercato tedesco” ricorda Marisa Giampaoli, presidente di Hospital Consulting. “Avendo una società sorella sul mercato tedesco vogliamo approfittare delle numerose occasioni e progetti di sinergia tra Italia e Germania per migliorare, in entrambi i Paesi”.

La crescita di Hospital Consulting non è frutto di acquisizioni ma di una crescita graduale e continua; ciò è garanzia di una uniformità di approccio e di medesima visione nella gestione delle tecnologie. Ciò consente di avere risposte sempre altamente qualificate ovunque, con il personale distribuito sul territorio che condivide la stessa strategia; gli strumenti a disposizione e le modalità operative sono le medesime per ciascun committente.

Hospital Consulting, nella sua consolidata esperienza e nonostante le dimensioni raggiunte, ha conservato le caratteristiche di entusiasmo e innovazione di una azienda dinamica, requisito fondamentale per rispondere alle istanze di una sanità che cambia.

L’azienda oggi e organizzata su tre divisioni: Engineering, Planning e Service.

La Divisione di Engineering si occupa di supporto alla certificazione delle strutture sanitarie 0 di specifici reparti, di ottimizzazione di flussi di lavoro e dei processi, della convalida di questi ultimi (come, per esempio, avviene nei centri trasfusionali), di HTA – Health Technologies Assessment e di formazione del personale sanitario e tecnico.

La Divisione di Planning si occupa di progettazione impiantistica e funzionale di intere strutture ospedaliere 0 di singoli reparti 0 dipartimenti. La progettazione tiene conto di tutte le istanze del processo sanitario che è ben conosciuto da Hospital Consulting. Il supporto offerto arriva fino alla direzione lavori per garantire la corretta realizzazione del bene.

La Divisione Service, invece, si occupa di servizi di ingegneria clinica, qualifica di ambienti a contaminazione controllata, qualifica di apparecchiature utilizzate nel processo di sterilizzazione e controllo funzionale su specifiche classi di apparecchiature destinate alla protezione degli operatori e dei pazienti ai fini del rispetto di quanta indicato nel decreta legislativo n. 81 del 2008 e recentemente aggiornato.

Le Divisioni di Hospital Consulting possono operare in maniera disgiunta o collaborare in modo da poter fornire un unico interlocutore al committente che debba affrontare problematiche complesse e che richiedano competenze multidisciplinari.”

2017-12-01T16:26:59+00:00